La richiesta di prestazioni assistenziali di qualità e personalizzate è sempre più in aumento; si accresce pertanto anche il livello di competenza e responsabilità dell'infermiere nei confronti della persona assistita; i tempi esigono professionisti preparati, capaci di confrontarsi in équipe multidisciplinari e che sappiano dare garanzie sulle proprie azioni, in quanto consapevoli delle conseguenze che possono derivare dalle loro decisioni e dal modo di condurre gli interventi

Loading...

giovedì, agosto 7


Celesti (Fi-Pdl):
«Possibile che nessuno si fosse accorto di niente?»
Il Giornale della Toscana del 07/08/2008 p. 5
Il caso dell'infermiere di Careggi morto in servizio per overdose da morfina all'unità cardiologica di terapia intensiva di Careggi è stato uno choc non solo per il mondo sanitario. Anche alcuni esponenti politici, soprattutto in Regione, dove si deve dirigere e controllare la sanità toscana, si stanno interrogando come questo caso sia potuto succedere. «L'ambiente medico dove lavorava l'infermiere è altamente specializzato e il personale dovrebbe essere scelto soltanto fra quello più capace e attento, sembra impossibile che sia potuta accadere una tragedia di simili proporzioni», ha sottolineato Anna Maria Celesti (FiPdl), vicepresidente della commissione sanità del consiglio regionale toscano. «La vicenda è davvero tragica - aggiunge Anna Maria Celesti - ma allo stesso tempo pone una serie di interrogativi ai quali si dovrà dare una risposta. Prima di tutto bisogna capire se il gesto è stato intenzionale oppure se l'infermiere si è iniettato una dose di morfina che poi solo per errore è stata fatale. In ogni caso è incredibile che in una struttura altamente specializzata come quella non si fosse riconosciuto il disagio che un professionista in un reparto così delicato».

Nessun commento:

- Traduttore - in tutte le lingue del mondo

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione


Discutiamo... per crescere professionalmente

Lascia un messaggio e risponderò a tutti.