La richiesta di prestazioni assistenziali di qualità e personalizzate è sempre più in aumento; si accresce pertanto anche il livello di competenza e responsabilità dell'infermiere nei confronti della persona assistita; i tempi esigono professionisti preparati, capaci di confrontarsi in équipe multidisciplinari e che sappiano dare garanzie sulle proprie azioni, in quanto consapevoli delle conseguenze che possono derivare dalle loro decisioni e dal modo di condurre gli interventi

Loading...

sabato, ottobre 25

Torna l'ora solare



Domenica 26 torna l'ora Solare
lancette indietro dalle 3 alle 2 del mattino
(Adnkronos/Ign)
Rischio insonnia per i più piccoli -Torna l'ora solare, orologi indietro di un'ora
Gli italiani dovranno spostare le lancette nella notte tra sabato e domenica. Secondo il Codacons, l'80% degli nostri connazionali è stufo di questi continui cambi.
- Torna l'ora solare: nella notte tra sabato e domenica gli italiani dovranno spostare le lancette degli orologi un'ora indietro, guadagnando così 60 minuti di sonno in più.Tuttavia, secondo una ricerca del Codacons, ''l'80% degli italiani è stufo di questi continui cambi e vorrebbe che l'ora solare venisse definitivamente eliminata a tutto vantaggio dell'ora legale''. ''In tal modo - spiega l'associazione - si avrebbe il beneficio di recuperare un'ora di luce d'estate ma al tempo stesso non si avrebbe il disagio ed il costo di aggiustamento dell'orario. Peraltro tutti conteggiano i kilowattora risparmiati ma nessuno conteggia tutti i costi relativi ai problemi di insonnia e sonnolenza che incidono pesantemente sulla produttività nella prima settimana lavorativa successiva al cambio. In farmacia aumentano le vendite di prodotti contro il jetlag''.''Ci sono poi i costi - prosegue il Codacons - per la variazione di orario: aggiornamenti sistemi informatici, orari dei treni, termostati temporizzati, videoregistratori, dvd, agende elettroniche, radiosveglie, orologi nelle auto… problemi nelle transazioni finanziarie. Per questo il Codacons chiede che si cambi la Direttiva 2000/84/CE'' che contiene le disposizioni relative all'ora legale. Effetti collaterali anche sui più piccoli per i quali l'ora di sonno in più rischia di trasformarsi in un'arma a doppio taglio, esponendo un bambino italiano su due al rischio di insonnia. "I bambini, infatti, si sono abituati per sei mesi ad andare a dormire, ad esempio, alle 21.30. Il loro ritmo sonno-veglia è tarato sull'ora legale: improvvisamente domenica sera si ritroveranno a letto un'ora prima e si rigireranno fra le coperte ben svegli e arzilli. Stare a letto senza dormire - sottolinea Italo Farnetani, pediatra e docente dell'università degli Studi di Milano Bicocca, all'ADNKRONOS SALUTE - è il primo passo verso l'insonnia, di cui già normalmente soffre un piccolo su tre". Farnetani prevede dunque giorni 'difficili' per i bimbi italiani, ma anche per i loro genitori, soprattutto al ritorno a scuola. "Ma quest'anno dal cielo viene un aiuto per entrambi. Mercoledì 29 ottobre, infatti, ci sarà la luna nuova: il cielo sarà più buio e proprio questa minore luminosità aiuterà i piccoli ad adattare il ritmo sonno-veglia alla novità".


Nessun commento:

- Traduttore - in tutte le lingue del mondo

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione


Discutiamo... per crescere professionalmente

Lascia un messaggio e risponderò a tutti.