La richiesta di prestazioni assistenziali di qualità e personalizzate è sempre più in aumento; si accresce pertanto anche il livello di competenza e responsabilità dell'infermiere nei confronti della persona assistita; i tempi esigono professionisti preparati, capaci di confrontarsi in équipe multidisciplinari e che sappiano dare garanzie sulle proprie azioni, in quanto consapevoli delle conseguenze che possono derivare dalle loro decisioni e dal modo di condurre gli interventi

Loading...

martedì, febbraio 12


INFERMIERI: Gran Bretagna,
AL VIA CORSI PER IMPARARE A SORRIDERE AI PAZIENTI
commento personale "e noi che facciamo?"

Roma, 12 feb. (Adnkronos Salute) - Infermieri a scuola per esercitarsi a sorridere ai pazienti in ogni situazione, dalle più normali alle più difficili. Succede in Gran Bretagna, dove all'ospedale di Stockport stanno per partire corsi ad hoc per insegnare a chi assiste i malati a comportarsi nel migliore dei modi, dimostrando di mettere la salute e il benessere del paziente sempre al primo posto. E dunque, oltre che sfoderando espressioni gioiose, anche evitando di dire 'torno subito', se non si ha veramente intenzione di rientrare nella stanza dell'assistito dopo pochi minuti, abbassando il tono di voce nelle ore notturne per conciliare il riposo dei malati e non parlando dei propri fatti personali durante i turni. L'iniziativa non ha mancato di provocare critiche - riporta il tabloid britannico 'Daily Mail' - soprattutto fra i diretti interessati, mentre le associazioni di pazienti hanno accolto l'idea con entusiasmo: "gli infermieri lavorano duro, questo è certo - dice Michael Summers della Patients' Association - ma rischiano a volte di perdere il 'tatto' necessario per trattare con i malati". Per il RoyalCollege of Nurse, invece, "dire che gli infermieri non sorridono abbastanza - sottolinea Alison Kitson, una portavoce - è un argomento offensivo e che esula assolutamente dalla realtà dei problemi dell'assistenza sanitaria di oggi".

AdnKronos Salute

Nessun commento:

- Traduttore - in tutte le lingue del mondo

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione


Discutiamo... per crescere professionalmente

Lascia un messaggio e risponderò a tutti.