La richiesta di prestazioni assistenziali di qualità e personalizzate è sempre più in aumento; si accresce pertanto anche il livello di competenza e responsabilità dell'infermiere nei confronti della persona assistita; i tempi esigono professionisti preparati, capaci di confrontarsi in équipe multidisciplinari e che sappiano dare garanzie sulle proprie azioni, in quanto consapevoli delle conseguenze che possono derivare dalle loro decisioni e dal modo di condurre gli interventi

Loading...

lunedì, febbraio 18

Chiedere Scusa é poco!


Giovani medici festeggiano con infermiera sexy:

l’indignazione dei professionisti e le scuse dei responsabili

Si è trattato solo di uno scherzo? Intanto, Fabio Castellan, presidente del Collegio Ipasvi della provincia di Padova, ha telefonato all'Ordine dei medici per denunciare l’accaduto. E questo si è rivolto direttamente al responsabile dei medici specializzandi, Domenico Montemurro, che ha formulato pubbliche scuse.Ma cos’è successo? In breve: alcuni medici dell'ospedale di Padova per festeggiare il nuovo contratto hanno voluto dare una festa in discoteca, scegliendo uno slogan azzardato: “Cerca le infermiere sexy”, con tanto di foto, sulla locandina, di una bella infermiera mezza nuda.Come l’hanno presa i diretti interessati? Non bene, ovviamente. Tra i molti che hanno protestato anche Luigino Schiavon, presidente del Collegio Ipasvi di Venezia, il Coordinamento infermiere della Uil di Padova, la Cisl e la Cgil. Ed è sceso in campo a difendere la dignità delle infermiere anche l'Assessorato provinciale ai Servizi sociali. Le locandine, che erano state affisse ovunque tra Policlinico e Monoblocco, sono state rimosse, però la festa si è svolta comunque. Ma considerare le infermiere come delle cubiste può costare un esposto: cosa che è accaduta, visto che l'Ipasvi di Padova ne ha già presentato uno contro gli organizzatori, inviando la lettera direttamente al presidente dell'Ordine dei medici. L'esposto si chiude con questa frase: “Il Collegio infermieri rimane indignato del fatto che dei medici insultino la professione nel suo insieme, rischiando di pregiudicare i positivi rapporti che intercorrono tra questo Collegio e l'Ordine dei medici”.L'Ordine, a sua volta, ha risposto con una lettera di scuse in cui viene spiegato che non si voleva offendere nessuno e si chiede che vengano accettate le sentite scuse di chi ha capito di aver commesso un errore, ribadendo il profondo rispetto per il lavoro svolto da una professione - quella degli infermieri, appunto - con cui tutti i giorni i medici lavorano fianco a fianco. Basterà? Alle infermiere, comunque la faccenda proprio non va giù. Aspettano da tempo il rinnovo del contratto, sono costrette a fare i salti mortali per coprire tutti i turni (data la mancanza di personale): vedersi in bella, e succinta, mostra è davvero troppo!

Nessun commento:

- Traduttore - in tutte le lingue del mondo

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione


Discutiamo... per crescere professionalmente

Lascia un messaggio e risponderò a tutti.