La richiesta di prestazioni assistenziali di qualità e personalizzate è sempre più in aumento; si accresce pertanto anche il livello di competenza e responsabilità dell'infermiere nei confronti della persona assistita; i tempi esigono professionisti preparati, capaci di confrontarsi in équipe multidisciplinari e che sappiano dare garanzie sulle proprie azioni, in quanto consapevoli delle conseguenze che possono derivare dalle loro decisioni e dal modo di condurre gli interventi

Loading...

lunedì, marzo 31

LO STUDIO, MEGLIO ACCENDERE Image Hosted by ImageShack.usUNA SIGARETTA Image Hosted by ImageShack.usCHE UN TELEFONINO

Roma,
Meglio accendersi una sigaretta che il cellulare, se si ha a cuore la propria salute. La pensa così il neurochirurgo della scuola di medicina dell'università nazionale australiana, Vini Khurana, che ha pubblicato uno studio sulla rivista Ios. "I telefoni cellulari - asserisce - possono uccidere più persone del fumo e dell'amianto. L'esposizione alle radiazione prodotte dagli apparecchi di telefonia mobile - rivela - raddoppiano i rischi di cancro al cervello. E - aggiunge - i cittadinidovrebbero evitare di usarli, quando possibile. Mentre i Governi e l'industria che produce telefonini dovrebbero subito iniziare a ridurre le emissioni potenzialmente dannose". Per avvalorare le sue conclusioni, Khurana ricorda come "i tumori cerebrali impieghino diversi anni per svilupparsi. Mentre le ricerche condotte finora hanno preso in considerazione solo poche persone che avevano alle spalle una decade almeno di uso dei telefonini". Dunque in sostanza sono inattendibili. Invece il professore di neurochirurgia australiano, che negli ultimi 16 anni ha ricevuto 14 premi come rivela il quotidiano The Indipendent, ha pubblicato oltre tre dozzine di ricerche sull'argomento. E in diversi casi si tratta di metanalisi in cui sono stati rivisti oltre un centinaio di studi sugli effetti dei telefonini. "I cellulari possono salvare delle vite in alcuni casi di emergenza, ma - aggiunge lo scienziato - esiste un legame evidente tra il loro uso e l'insorgenza di alcuni tumori cerebrali. Tanto che nei prossimi 10 anni, a meno di un'inversione di tendenza nel loro uso e di nuovi apparecchi con meno emissioni, assisteremo a una crescita esponenziale delle forme di cancro al cervello. Con un'emergenza sanitaria maggiore di quella rappresentata dal fumo di sigaretta o dall'inquinamento da amianto. Senon altro perché - fa notare - ci sono tre miliardi di persone nel mondo che usano i cellulari. Un numero - conclude - tre volte superiore a quello dei fumatori"
AdnKronos Salute

1 commento:

Alidiluna ha detto...

E che nessuno da ora in poi mi dica più di smettere di fumare!!!GRAZIE

Ali

- Traduttore - in tutte le lingue del mondo

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione


Discutiamo... per crescere professionalmente

Lascia un messaggio e risponderò a tutti.