La richiesta di prestazioni assistenziali di qualità e personalizzate è sempre più in aumento; si accresce pertanto anche il livello di competenza e responsabilità dell'infermiere nei confronti della persona assistita; i tempi esigono professionisti preparati, capaci di confrontarsi in équipe multidisciplinari e che sappiano dare garanzie sulle proprie azioni, in quanto consapevoli delle conseguenze che possono derivare dalle loro decisioni e dal modo di condurre gli interventi

Loading...

giovedì, giugno 25

SANITA': FP CGIL, SI INFERMIERI IN FARMACIA MA QUESTIONE FONDI

(AGI) - Roma, 24 giu. -
La Fp Cgil, in una lettera aperta inviata oggi al Vice Ministro alla Salute Ferruccio Fazio, ha dichiarato la propria disponibilita' al confronto sul progetto di impiego degli infermieri nelle "future farmacie multiservizi". "Siamo per un potenziamento dei servizi sanitari territoriali integrati e per una ricollocazione dell'intervento ospedaliero nel suo originario contesto; siamo per una medicina d'iniziativa e non per una medicina di attesa e qualsivoglia idea di riforma che avvicina l'intervento del servizio sanitario nazionale ai cittadini ci vede ben predisposti". La Fp Cgil concentra pero' l'attenzione sugli aspetti "che riguardano la natura di questo impegno (pubblico/privato accreditato/privato puro), il contesto organizzativo e di relazione fra soggetti che ugualmente concorrono alla realizzazione dello stesso mandato (medici di famiglia, ASL, servizi territoriali, farmacie), la questione delle risorse e dei diritti del lavoro. Su questi ultimi aspetti - sottolinea il sindacato in una nota - in particolar modo, abbiamo posto all'On. Fazio l'incongruita' di tale progetto con l'attuale orientamento che vede lo stesso Ministero della Salute (ex o nuovo che sia) elaborare annualmente attivita' di programmazione del fabbisogno per le professionalita' sanitarie ben al di sotto delle aspettative e dei bisogni del servizio sanitario nazionale: gia' oggi gli infermieri sono in carenza rispetto alle esigenze di organico di ospedali e servizi territoriali. Sulla questione dei diritti del lavoro evidenziamo come sia dirimente, per noi, l'opzione contrattuale alla quale fare riferimento per queste nuove particolari condizioni di impiego. Gia' oggi circa 140.000 infermieri della sanita' privata sono sottoposti ad un dumping salariale che li vede retribuiti, a parita' di condizione e per le medesime prestazioni garantite dal servizio sanitario nazionale , il 25-30% in meno dei loro colleghi degli ospedali e dei servizi territoriali e cio' nel silenzio totale del Governo Nazionale e di quelli Regionali. La condizione pregiudizievole a qualsivoglia dibattito e' che non si concorra a realizzare una terza fascia di professionisti delle scienze infermieristiche senza diritti, senza contratti e con retribuzioni ancor piu' basse di quelli del privato accreditato". (AGI) Red/Pgi

1 commento:

Anonimo ha detto...

Cerco un libro d' infermieristica del genere :
che descriva il caso clinica con diagnosi, fattori di rischio, indagini diagnostiche, interventi diagnostici(che si soffermi soprattuto infermieristica).
Esiste qualcosa del genere?

- Traduttore - in tutte le lingue del mondo

Disclaimer


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore puo' contattarmi per chiederne la rimozione


Discutiamo... per crescere professionalmente

Lascia un messaggio e risponderò a tutti.